Pubblicato il

Come si recupera un credito

Come si recupera un credito

Come si recupera un credito

Trovarsi di fronte ad una fattura insoluta o ad un mancato pagamento e non sapere come si recupera un credito può essere problematico.

Ci sono due aspetti sui quali focalizzare la propria attenzione, dovendo affrontare sia le azioni per l’incasso del proprio credito che le procedure per prevenire l’insorgere di problematiche di recupero crediti. Quindi occorre gestire due campi:

  1. quello della prevenzione, per selezionare la propria clientela e per minimizzare l’insorgere di problematiche legate ai mancati incassi
  2. quello del recupero credito vero e proprio, cioè di tutte quelle procedure standardizzate finalizzate all’incasso del credito che non è stato pagato dal Cliente.

Come si recupera un credito

Come si recupera un credito?

Per quanto riguarda il primo punto è buona norma effettuare una valutazione della propria Clientela prima della fornitura, utilizzando un fornitore di fiducia di servizi di Informazioni Commerciali, meglio ancora se basate solamente su rielaborazioni di banche dati ma con servizi derivanti da verifiche dei dati del possibile Cliente direttamente sul posto.

Utilizzando questi servizi in modo appropriato si otterrà un valido aiuto nell’identificare la parte “sana” della propria Clientela (già in portafoglio oppure ancora in fase di “prospect”), distinguendola da quella che deve essere posta sotto osservazione perchè a rischio, ed identificando quella da evitare perchè non in grado (o non più in grado) di rispettare gli impegni contrattuali.

Per il secondo punto bisogna conoscere come si recupera un credito ed adottare una procedura standard per la gestione degli insoluti e dei solleciti.

Come si recupera un credito in autonomia adottando una procedura standardizzata:

Le quattro azioni per effettuare la procedura di recupero dei crediti interna all’azienda prevedono tempistiche ed operazioni precise, e sono:

  1. dopo 15 giorni dall’insoluto: telefonata di sollecito fattura insoluta;
  2. dopo 15 giorni dalla telefonata di sollecito: invio della prima lettera (per posta, fax oppure e-mail, meglio ancora se certificata) di sollecito, dai toni “soft”, con l’invito di provvedere al pagamento entro 10 giorni dal ricevimento della lettera;
  3. dopo 3 giorni dall’invio della prima lettera: seconda telefonata di sollecito della fattura scaduta al debitore; l’intervento ha lo scopo di conoscere il motivo del mancato pagamento (potrebbe trattarsi di una contestazione sulla fornitura – che andrà risolta – oppure potrebbero esserci altre motivazioni, la conoscenza delle quali sarà fondamentale nel prosieguo dell’azione);
  4. dopo 10 giorni dall’invio della prima  lettera: invio, meglio se tramite Raccomandata AR, della seconda lettera di sollecito usando toni fermi e perentori (intimando che se non verrà effettuato il pagamento entro 10 giorni sarà passata la pratica ad una Società di recupero crediti stragiudiziale).

E’ veramente importante rispettare con precisione la sequenza e la tempistica delle operazioni, in questo modo il debitore ricevendo le comunicazioni con tempestività e nel corretto ordine (prima telefonata, prima lettera di sollecito, seconda telefonata e seconda lettera di sollecito) sarà convinto di avere a che fare con un interlocutore determinato nel far valere le proprie ragioni e quindi nel portare a termine l’azione di recupero crediti.

Per questo motivo – nel caso dovesse accadere che il debitore anche dopo aver ricevuto anche la seconda lettera di sollecito non avesse effettuato il pagamento – diventa necessario mantenere quanto promesso e quindi incaricare dell’azione di recupero crediti stragiudiziale una Società di fiducia che si occupa professionalmente di questo.

Mi farebbe molto piacere conoscere il tuo pensiero in merito, fallo commentando l’articolo qui sotto; inoltre se pensi che possa essere d’aiuto per qualcun altro condividilo tramite i social network utilizzando i bottoni che trovi in basso.

Buon recupero!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *