recupero crediti professionale stragiudiziale

Approfondimenti

Procedura Stragiudiziale: significato ed esempi

22 Nov , 2018  

Significato ed esempi della Procedura Stragiudiziale
La strada che fa risparmiare tempo e denaro

Lo scopo di questo articolo è di svelare il significato di una parola utilizzata da molti ma chiara a pochi: stragiudiziale.

È vero infatti che di procedura stragiudiziale si sente parlare sempre più spesso, ma di solito senza aver ben chiaro a cosa ci si riferisca. Ecco perché vogliamo parlarne qui ed ora, con la chiarezza e la trasparenza che contraddistinguono il nostro operato.

Cominceremo dalle basi e daremo una definizione di questo termine, per poi passare ad esempi pratici che potresti incontrare nella tua quotidianità.

Procedura Stragiudiziale: una prima definizione

Quando si parla di procedura stragiudiziale, si fa riferimento ad un procedimento extragiudiziale. Un’attività stragiudiziale o extragiudiziale, si svolge al di fuori del tribunale e senza che ci sia l’intervento di un giudice.

Attenzione: questo ovviamente non significa che una procedura stragiudiziale non debba rispettare il codice italiano. Semplicemente, un procedimento extragiudiziale segue un iter diverso e molto più agevole.

I contesti in cui una procedura stragiudiziale può funzionare sono tanti, ne vedremo alcuni poco più avanti.

Procedura Stragiudiziale: la differenza con la procedura giudiziale

Come abbiamo compreso nella definizione di stragiudiziale, possono esistete due strade per risolvere uno stesso problema. Nel momento in cui nasce un conflitto tra due soggetti, si può decidere di andare direttamente in tribunale o tentare di risolvere la cosa senza chiamare in causa un giudice.

Perché preferire un procedimento stragiudiziale a quello giudiziale? I motivi sono tanti, ad esempio:

  • un procedimento giudiziale richiede un iter burocratico lento e macchinoso
  • un procedimento giudiziale richiede tempi più lunghi e quindi costi più elevati
  • è impossibile avviare un procedimento giudiziale dal 1° al 31° agosto
  • con un procedimento stragiudiziale non sei costretto a ricorrere all’avvocato
  • molto spesso basta dichiarare le proprie intenzioni in maniera decisa per non finire in tribunale
  • i tribunali italiani sono pieni di lavoro e non riescono ad evadere tutte le richieste in maniera puntuale e agevole

Ovviamente ci sono dei casi in cui l’attività stragiudiziale è solo un anticipo dell’attività giudiziale che avverrà in un secondo momento. Non sempre infatti due soggetti in disaccordo riescono a trovare una soluzione senza un terzo soggetto esterno che decida per loro.

Ma questa è una situazione che bisogna evitare per quanto sia possibile, perché è più costosa, più lenta e non sempre soddisfa appieno una delle due parti.

Procedura Stragiudiziale: accordo stragiudiziale

La procedura stragiudiziale è un processo molto delicato e che richiede competenze e sensibilità. In pratica si tratta di svolgere “attività diplomatiche” tra due parti, al fine di trovare un accordo ed evitare di finire in tribunale.

Una conciliazione stragiudiziale è uno strumento potente che serve a definire una soluzione che accontenti entrambe le parti. Quando tra i due “schieramenti” si riesce a giungere ad un accordo, questo viene trascritto in un apposito verbale.

All’interno del cosiddetto verbale di conciliazione, vengono riportati:

  • i dettagli dell’accordo raggiunto dalle parti
  • i tempi definiti per la riconciliazione
  • le condizioni dettagliate dei modi in cui avviene la riconciliazione
  • i dati delle parti e i soggetti rappresentanti
  • l’oggetto della controversia

Procedura Stragiudiziale: la mediazione stragiudiziale

La mediazione stragiudiziale è un’attività finalizzata alla conciliazione civili e commerciali. In pratica, il mediatore è un soggetto imparziale che assiste due o più soggetti per risolvere una controversia.

Questa mediazione serve a trovare un accordo “amichevole” tra le parti, senza dover entrare nei lenti ingranaggi della giurisprudenza italiana.

In questo caso, il mediatore è un professionista o un’agenzia specializzata che si occupa di:

  • moderare il dialogo tra le parti
  • ideare e proporre soluzioni per la soluzione della controversia
  • mettere in chiaro la situazione delle parti, con tutti i pro e i contro
  • far risparmiare tempo e denaro alle parti per trovare una soluzione soddisfacente

La mediazione stragiudiziale è una procedura che premia la trasparenza e il risparmio, data l’inutilità di ricorrere ad avvocati e tribunali.

Nella migliore delle ipotesi, uno o due incontri di mediazione potrebbero portare alla risoluzione di un problema che avrebbe richiesto mesi e mesi di lungaggini giudiziali.

Procedura Stragiudiziale: il recupero crediti

Come promesso passiamo a qualche esempio pratico di procedura stragiudiziale. Nel campo del recupero crediti, la procedura stragiudiziale è un metodo molto utilizzato e apprezzato.

Mettiamo caso che un tuo debitore non abbia pagato le ultime fatture. Rifletti un attimo, prima di rivolgerti ad un costoso avvocato e infilarti nelle lunghe code dei tribunali italiani. Una strada più veloce e comoda esiste, ed è appunto la procedura stragiudiziale.

Non ci sono interminabili iter burocratici da seguire, bisogna solo rivolgersi alla giusta agenzia di recupero crediti. Quest’ultima si occuperà per conto tuo di contattare il debitore, senza dover perdere tempo in scartoffie inutili e labirinti giudiziari.

Molto spesso questo primo passo è sufficiente per recuperare un credito da un debitore “distratto” o “pigro”. Nel caso in cui questo metodo stragiudiziale non dovesse funzionare, l’agenzia di recupero crediti saprà guidarti verso il miglior modo per far valere i tuoi diritti. Questo spesso significa dover ricorrere ad un decreto ingiuntivo e quindi ad una procedura giudiziale.

Prima di addentrarsi nel complicato mondo delle cause, un creditore ha tutta la convenienza nel cercare una via stragiudiziale per far valere il proprio diritto. Attraverso l’invio di lettere, di diffide e di chiamate del recupero crediti, il creditore può comunicare al debitore un termine massimo.

In questo modo, il debitore avrà ben chiare le tempistiche che gli sono state concesse per adempiere ai suoi doveri prima di ritrovarsi in un’aula di tribunale.

Il procedimento stragiudiziale rientra in quelle pratiche che servono ad un soggetto o un’azienda ad alleggerire lo stress derivante dalle gestione dei propri crediti.

Se gestito nella maniera giusta, la procedura stragiudiziale di recupero crediti può far risparmiare tanto tempo e denaro al creditore. Come spesso accade nel recupero crediti, il fai-da-te porta a vicoli ciechi e a frustranti perdite di tempo.

Ecco perché la soluzione più sicura e comoda è rivolgersi ad un’agenzia specializzata in recupero crediti, anche attraverso procedure stragiudiziali.

Contattaci subito, studieremo il tuo caso e troveremo il modo di risolvere qualsiasi controversia nel modo più veloce e sicuro possibile!

Scarica la guida al recupero crediti

Con questa guida sarai in grado di iniziare da solo a recuperare i tuoi crediti.
La guida è assolutamente gratuita


1 Commento

  1. Franz ha detto:

    Bravi ragazzi. Sembra siate un po’ sfortunati economicamente perché non siete agli Albi- Però vi rende più umani e meno macchine. Detesto quando parlano coi giudici in codici. Senza una arringa, e la partecipazione emotiva. Sembrano sterilizzati. Per questo non mi fido della giustizia (vedi Giudice Di Pace che non mi ha fatto neanche parlare. Pochi minuti in tutto. Adesso volevo fare causa ad un Avv. e su 20 interpellati nessuno voleva difendermi e avvicinarmisi in maniera semplice. Prenda app., 2 hanno risposto alla mail con sbalzi di preventivi importanti.
    Rimane sempre un discorso di costi esagerati.
    Penso che vivete meglio di loro, basta accettarsi e migliorarsi…
    Ho trovato qui, un’isola che non conoscevo. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *