Crediti insoluti: prevenzione e risoluzione del problema

Approfondimenti

Crediti insoluti: prevenzione e risoluzione del problema

9 Mar , 2019  

Crediti insoluti: prevenzione e risoluzione del problema
Come ci si difende dai debitori incalliti?

Per imprenditori, commercianti e liberi professionisti è quasi un incubo. Puoi scegliere partner, fornitori e clienti con molta attenzione, ma i crediti insoluti sono sempre dietro l’angolo!

La pressione fiscale del nostro paese e la situazione economica in generale non hanno migliorato di certo le cose. Può capitare a chiunque di non riuscire a tener fede ad una scadenza. Di conseguenza, può capitare a chiunque di vedere una propria fattura non pagata per mesi e mesi.

Quelle che stiamo per darti sono informazioni che potranno servirti per recuperare un credito insoluto. A prescindere da chi sono debitore e creditore, ci sono alcune procedure da rispettare per fare in modo che la situazione si risolva nel migliore dei modi.

Ma cominciamo dalle basi.

Crediti insoluti: cosa sono?

La definizione di credito insoluto è semplice e quasi banale: si definisce “insoluto” un diritto di credito che non viene pagato entro i termini di scadenza pattuiti tra un soggetto creditore e un soggetto debitore.

Ne consegue che per esserci un credito insoluto ci debba essere prima un credito e il suo relativo diritto. I crediti sono spesso somme di denaro dovuta da un soggetto ad un altro soggetto, in cambio della prestazione di un servizio o della vendita di un bene.

Facciamo un esempio pratico: un soggetto (il debitore) decide di ristrutturare casa, si rivolge quindi ad un’impresa edile (il creditore) che emette una regolare fattura per 20.000€ (il credito).

All’interno della fattura emessa dall’impresa, è indicato l’importo dei 20.000€ e i termini entro i quali la fattura deve essere saldata dal soggetto committente.

Se la fattura non viene saldata entro i termini pattuiti, il credito diventa insoluto e l’impresa dovrà trovare un modo per recuperarlo.

Crediti insoluti: come prevenirli?

Come abbiamo detto poco sopra, per imprenditori, commercianti e liberi professionisti il credito insoluto è sempre dietro l’angolo.

Non importa se ti fidi dei tuoi fornitori o se un’azienda è puntuale nei pagamenti da 30 anni. Con i tempi che corrono è sempre più facile trovarsi in difficoltà economiche, anche per i pagatori più puntuali.

Con questo non vogliamo dire che non bisogna fidarsi di vecchi partner commerciali o essere diffidenti verso i nuovi. Vogliamo solo fornirti qualche strumento per prevenire l’insorgenza di crediti insoluti. Prevenire è meglio che curare, no?

Supponiamo che tu stia progettando di metterti in affari con un nuovo partner. La prima cosa da fare è valutare la sua situazione finanziaria e controllare se ha un passato da creditore insolvente.

In questa fase può essere determinante l’aiuto di un’agenzia di recupero crediti. Attraverso uno studio approfondito del soggetto, la consulenza mira ad appurare la sua affidabilità e i suoi trascorsi. In questo modo potrai avere qualche informazione in più riguardo alla persona o l’impresa con cui stai per entrare in affari.

Un’altra pratica altamente consigliata per prevenire i crediti insoluti è gestire alla perfezione le fatture. Prima di tutto assicurati che all’interno della fattura siano riportati chiaramente i termini di pagamento.

Se invii spesso fatture ad una stessa persona/azienda, scegli una data di invio e conservala nel tempo. In questo modo avrai ben chiaro quando devono avvenire i pagamenti e il tuo debitore non avrà scuse per non pagare con puntualità.

Se il tuo debitore è un’azienda, trova un punto di riferimento a cui rivolgerti in caso di necessità. In questo modo saprai con certezza chi contattare se la fattura non viene saldata in tempo.

Per essere pronto nel caso in cui non ti venisse pagata una fattura, puoi pensare di progettare una procedura standard per gestire la situazione.

Una procedura standard può essere ad esempio:

  • dopo X giorni dalla scadenza della fattura, chiamare il responsabile dell’azienda debitrice
  • se il debitore continua a non pagare, sospendere l’eventuale servizio che gli si sta fornendo
  • se il debitore continua a non pagare, inviare sollecito di pagamento tramite e-mail di Posta Certificata o raccomandata
  • il credito resta insoluto, rivolgersi ad un’agenzia di recupero crediti

Questo è solo un esempio, ma ti serve per capire l’importanza di sapere come comportarsi in caso di credito insoluto.

Crediti insoluti: come affrontarli?

Nelle migliori delle ipotesi, un po’ di prevenzione e tanta oculatezza potranno aiutarti a risolvere il problema dei crediti insoluti. Ma purtroppo non è sempre così facile!

Se il debitore è in difficoltà, molto probabilmente ignorerà tutte le tue e-mail e le chiamate. Anche se il cliente insolvente dovesse risponderti e prometterti di saldare la fattura, quasi certamente non terrà fede a quanto detto.

Minacciare un debitore di chiamare l’avvocato ha quasi sempre un effetto peggiorativo. Senza considerare quanto possa essere costoso rivolgersi ad un legale e chiedergli di inviare al tuo debitore solleciti su solleciti.

Ricorrere ad un avvocato ti porterebbe probabilmente ad un decreto ingiuntivo da parte del giudice. Questo significa che al debitore basterà fare ricorso per prendere tempo e non saldare la fattura. Il rischio più grande è che il debitore perda tutto il suo patrimonio e diventi impossibile per te recuperare il credito.

Un’alternativa alle vie legali per recuperare un credito insoluto è rivolgersi ad un’agenzia di recupero crediti. Sono diversi i motivi per i quali questa scelta ti conviene, tra cui:

  • tempistiche ridotte rispetto all’azione legale
  • costi ridotti rispetto ad un avvocato e alla relativa lunga procedura legale
  • costi trasparenti e controllabili
  • risultati garantiti

Molto spesso ricorrere alle vie legali per recuperare un credito è un passo falso. Si rischia di perdere tanto tempo in burocrazie e restare impantanati nel lento sistema dei tribunali italiani.

Tante volte basta sollecitare il pagatore insolvente con i termini e i modi giusti. Conoscere perfettamente la materia del recupero crediti è fondamentale, per sapere su cosa fare leva per convincere il debitore a pagare.

Di norma le vie legali portano ad un risultato che svaluta il credito e lascia scontento il creditore. Rivolgersi ad un’agenzia di recupero crediti invece ti permettere di tentare un’altra via, per assicurarti un risultato soddisfacente e delle tempistiche brevi.

Scegli di salvare il tuo tempo e il tuo diritto al credito, contattaci subito per una consulenza. Analizzeremo la tua situazione e troveremo il modo più sicuro per farti riavere il credito che ti spetta!

clicca il pulsante arancione per ricevere l’ebook su come recuperare i tuoi crediti facilmente,

l’ebook è completamente gratuito

ecco il tuo ebook per il recupero crediti facile

recupero crediti facile, scarica l’ebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *